Edizione 2017 - Certamente - Italian Neuromarketing Days 2018

PROGRAMMA CERTAMENTE EDIZIONE 2017

2 Marzo 2017

Misurare ed interpretare l’attività cerebrale e cardiaca durante stimoli di consumo: come e perché

Presentato da Fabio Babiloni e con interventi di:

  • Alberto Mattiacci: “Mente e Mercato. La prospettiva del marketing management sulle neuro-metriche”
  • Riccardo Barbieri: “Algoritmi e modelli matematici rivelano stati emozionali”
  • Doriana De Marco: “Predire le scelte dei consumatori attraverso l’elettro-encefalografia”
  • Alberto Gallace: “Il ruolo della componente tattile nella valutazione di prodotto”
  • Michela Balconi: “Un approccio con multimetodica neuroscientifica (EEG, biofeedback, Stimolazione Magnetica Transcranica). Dal pack all’ADV”
  • Vincenzo Russo: “Analisi elettroencefalografica e integrazione con dati biometrici per l’efficacia pubblicitaria”

Il processo decisionale manageriale basato sull’intuizione e la sua relazione con il Neuromarketing, di Jay Liebowitz

Nell’epoca dei big data, l’analisi gioca un ruolo dominante nel processo decisionale guidato dai dati. Studi recenti, dimostrano tuttavia che molti manager non si fidano della qualità dei dati interni, affidandosi così al loro intuito. La presentazione ha messo in evidenza le ricerche, le questioni e le tendenze nel processo decisionale manageriale basato sull’intuizione e la sua relazione con il neuromarketing.

Il lato non conscio della brand strategy, di Daryl Weber

Gli smartphone hanno innescato comportamenti e atteggiamenti molto diversi
Comprendere come costruire brand strategy più efficaci: presentazione di tre casi studio (Nike, Trump, Cadbury).

Neuromarketing: dal pack all’ADV in Amadori; di Michela Balconi & Beniamino Stumpo

Dagli effetti sul pack allo storytelling nell’ADV: l’approccio multimetodologico neurofisiologico e la mappatura cognitiva sull’interazione comportamento-cervello nel food marketing.

Come la voce di marca di Adidas si fa strada nel rumore, di Alastair Herbert

Dal posizionamento top level, ai pattern persuasivi, alla comprensione dei consumatori, passando per gli ambienti retail, digitali e fisici.

Esplorare come i consumatori percepiscono veramente le marche, di Eamon Fulcher

Un caso studio sul packaging di un brand di vino bianco, a dimostrazione dell’importanza della misurazione “implicita” per comprendere a fondo il patrimonio e i valori di marca.

3 Marzo 2017

La neuroscienza della bellezza e dell’attrattività, di Daniel B. Yarosh

La biologia evolutiva della percezione della bellezza da parte del cervello: come sfruttare questa conoscenza per realizzare e promuovere migliori prodotti per la pelle, sia in ambito cosmetico che farmaceutico.

Valorizzare il “non detto” rispetto ai valori della marca per aumentare la condivisione nelle reti di vendita, di Arianna Trettel, Luca Florentino & Manuela Ricci

Attraverso la misurazione delle associazioni implicite si possono sviluppare percorsi formativi più efficaci e un disco di vendita più rilevante e coinvolgente. Il caso della rete Trade Assistant Bosch Elettrodomestici.

Canada Post “Connecting for Action”: comprendere il ruolo del direct mail vs digital advertising nella valutazione dell’efficacia dell’advertising, di Elissa Moses & Ani Ieroncig

Questo studio condotto da Canada Post ha definito i punti di forza e di debolezza di alcuni canali di comunicazione alternativi, confrontando il direct mail con gli annunci video pre-roll, gli annunci con banner e le email ads utilizzando EEG e Eye Tracking. Il caso esaminava inoltre l’impatto dell’ordine all’interno di una campagna, osservando le differenze tra un tipo di media visto per prima rispetto ad un altro.

Le strategie migliori per acquisire nuovi clienti, di Graeme Newell

Come attrarre nuovi clienti che sono fedeli ai concorrenti o non hanno mai sentito parlare del vostro prodotto? Alcune aziende sono superstar nella costruzione di richiami irresistibili per i clienti. Un intervento pieno di spunti ed esempi sulle strategie di crescita dei brand dietro alle procedure di reclutamento.

Studio della campagna di comunicazione UNICEF sui lasciti testamentari, di Maurizio Mauri & Francesco Ambrogetti

La ricerca ha indagato la reazione emotiva e cognitiva di 68 soggetti durante la visione degli spot e della campagna stampa per la promozione dei lasciti testamentari all’Unicef. È stato effettuato un confronto tra diversi spot sociali televisivi e tra diverse locandine, in termini di comportamento visivo, reazione spontanea, valutazione e ricordo. Lo studio mirava a comprendere quali siano gli elementi chiave della campagna e i momenti più emotivamente più coinvolgenti e rilevanti degli spot, in modo da individuare i fattori su cui focalizzare la comunicazione e renderla più efficace rispetto allo specifico target di riferimento.

TIM e le neuroscienze: sei anni al servizio del brand, di Fabio Babiloni & Paolo Teoducci

L’impiego delle neuroscienze per migliorare l’efficacia della comunicazione, la determinazione dei prezzi ottimali, con focus su alcuni casi pratici occorsi in Italia dal 2011 al 2017. Proprio da tale data TIM ha iniziato un percorso di costante impiego delle neuroscienze per la valutazione e analisi della sua comunicazione, in un processo che ha toccato anche il nuovo logo del brand.

SPEAKER 2017

Francesco Ambrogetti

Da venticinque anni si occupa di raccolta fondi per privati, fondazioni, istituzioni finanziarie e per l’Unione Europea, ricoprendo nel tempo ruoli diversi nell’ambito della strategia e delle campagne. È stato Fundraising and Marketing Director per Unicef Italia.

babiloni new
Fabio Babiloni

Laureato con lode in Ingegneria Elettronica, Babiloni ha conseguito un dottorato in Ingegneria Neurale presso l’Università tecnologica di Helsinki. È direttore scientifico di BrainSigns, spin-off di innovazione scientifica della Sapienza di Roma, università presso la quale è docente di vari corsi di fisiologia, neuroscienze, neuroeconomia, neuromarketing e bioingegneria.

Autore di oltre 250 pubblicazioni scientifiche, è nella lista dei Top Italian Scientists, i migliori scienziati italiani viventi in tutti i campi del sapere operanti in Italia e all’estero.

Michela Balconi

È docente di Neuropsicologia e Neuroscienze Cognitive, Neuropsicologia della Comunicazione e Neuroscienze e Benessere nel Lifespan per la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Brescia.

Riccardo Barbieri

È Professore associato del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria presso il Politecnico di Milano. I suoi campi di ricerca comprendono lo sviluppo di algoritmi di elaborazione di segnali per l’analisi di sistemi biologici.

Luca Florentino

Founder e CEO – Ottosunove
È CEO di Ottosunove e membro del comitato esecutivo di Certamente – Italian Neuromarketing Days. Vanta una lunga esperienza in comunicazione con competenze in Marketing Management, Marketing in-store, pianificazione aziendale, marketing integrato e pubblicità.

Eamon Fulcher
Eamon Fulcher

Psicologo cognitivo alla Arden University, con dottorato in Neural Network presso l’Imperial College, Università di Londra, è esperto in apprendimento implicito e nei test di tempo implicito di reazione, focalizzato soprattutto sul comportamento del consumatore.

Alberto Gallace

È Professore associato in Psicobiologia e Psicologia fisiologica all’Università degli Studi di Milano Bicocca, nonché ricercatore in neuroscienze cognitive. Aiuta i brand a dar vita a prodotti, cibi, tecnologie e servizi capaci di colpire sensi ed emozioni.

Alastair Herbert

Laureato in Management Sciences alla Lancaster University, ha conseguito un Master in Business Administration alla Cass Business School di Londra. Linguabrand, la società di consulenza di marketing da lui fondata, si occupa di ricerche sul linguaggio.

Ani Ieroncig

È Direttrice Marketing Research del Canada Post e Vice-direttrice dell’azienda di ricerca Phase 5. Insieme a Elissa Moses ha partecipato a uno studio sul valore relativo dei diversi canali media nel marketing.

Jay Liebowitz

Professore emerito in Applied Business and Finance alla Harrisburg University of Science and Technology, in Pennsylvania, per il suo lavoro è stato inserito nella Top 10 dei migliori ricercatori di management tra 11mila profili in esame.

Doriana De Marco

È psicologa e ricercatrice per il CNR – Istituto di Neuroscienze di Parma. I suoi ambiti di ricerca comprendono il comportamento motorio, l’integrazione visuo motoria, l’embodied cognition e la neuropsicologia.

Alberto Mattiacci

Affianca all’attività accademica, di ricerca e confronto con gli studenti, quella di speaker in convention aziendali e associative. Si interessa di materie economiche d’impresa, con focus sulla gestione di scambi e relazioni di mercato, anche su scala internazionale.

Maurizio Mauri

È laureato in Economia con specializzazione in Marketing Internazionale ed è responsabile Brand Strategy & Media-Research and Benchmark di comunicazione in TIM. Esperto di Marketing & Live Communication, è stato per dieci anni Responsabile Eventi di Telecom Italia.

Elissa Moses

Fondatrice e direttrice del Global Neuroscience and Behavioural Science Centre di Ipsos, studia lo sviluppo di strumenti e metodi di rilevazioni per i comportamenti non consci per analizzare e comprendere meglio il rapporto emotivo tra i consumatori e i brand.

Graeme Newell

Ricercatore, speaker e consulente, dimostra come rendere entusiasticamente fedeli i propri consumatori. È presidente di 602 Communications, una società di ricerche e consulenza di marketing specializzata nel marketing emozionale.

Manuela Ricci

È Trade Marketing Manager per BSH Elettrodomestici Italia. Per BSH si è occupata, tra le altre mansioni, di sviluppo dell’area Business Intelligence. In carriera ha lavorato per molto tempo nell’ambito del marketing e della comunicazione.

Vincenzo Russo

Professore di Psicologia dei Consumi e Neuromarketing presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano, nonché Direttore Scientifico del Centro di Ricerca di neuromarketing Behavior and Brain Lab IULM. È inoltre Direttore scientifico del Master in Food and Wine Communication per la promozione enogastronomica e valorizzazione delle eccellenze del territorio.

Ha diretto progetti di ricerca internazionali e nazionali sui temi riguardanti il rapporto tra emozioni, decisioni e comportamenti di consumo. Autore di diversi testi di neuromarketing tra cui “Psicologia della Comunicazione e Neuromarketing”, “Neuromarketing, Comunicazione e Alimentazione” e “Comunicare il Vino: tecniche di neuromarketing applicate” e, su rivista internazionale, in Frontiers in Neuroengineering, in Food Quality and Preference; in Journal of Consumer Behavior, Journal of Global Information Management e in European Journal of Information Systems.

Graeme Newell
Paolo Teoducci

È laureato in Economia con specializzazione in Marketing Internazionale ed è responsabile Brand Strategy & Media-Research and Benchmark di comunicazione in TIM. Esperto di Marketing & Live Communication, è stato per dieci anni Responsabile Eventi di Telecom Italia.

Arianna Trettel
Arianna Trettel

Co-fondatrice e Direttrice di BrainSigns
Ricercatrice nell’ambito del marketing, con una lunga esperienza a supporto di comunicazione ed educazione sociale, è uno dei soci fondatori e Direttrice di BrainSigns, spin-off di Università Sapienza per applicazioni di neuroscienze.

Daryl Weber

Autore di Brand Seduction – How Neuroscience Can Help Marketers Build Memorable Brands, è un famoso brand consultant e speaker. Con il suo lavoro ha influenzato marchi come Nike, Gatorade, Coca-Cola. Usa il non conscio per rendere i brand più profondi e consapevoli.

Daniel B. Yarosh

È un Technology Advisor indipendente specializzato nel ramo beauty, cosmetics e dermatology del settore farmaceutico, nonché Board Director dell’azienda farmaceutica Aceto Corporation.